21 respiri di gratitudine

| | 0 Comments

- Il tuo colore preferito è il verde! 
- Il tuo sogno è portare il Medit-ire in tutta Italia. 
- Ti senti così perché ecc. 
... ... ...
I miei 'magnifici tre' (sposo e prole!) mi permettono di guardarmi con la lente dei loro occhi e, sempre, scovano di me cose che io stessa non ho ancora portato a consapevolezza. 
La relazione è per questo, ed altri innumerevoli motivi, ciò che ci salva, ovvero quello che permette realmente una pacificazione di noi a 360°.
E non è che debba essere senza confronto per portare la pace.
La pace arriva dai dialoghi, non dai monologhi assolutisti che ci facciamo nella mente. 
Anche lo scontro può essere una strada per realizzare una parte di noi.
Lo scontro, ovvero un incontro che urta, con le trame sociali, le energie degli antenati, i colleghi di lavoro, i vicini, i lontani, è una strada.
Ogni cosa lo può essere.
Ma, c'è un ma.
Se manca il primo della relazione, cioè io stesso, allora nessuna relazione sarà salvifica. 
Se non cammino dentro me, magari cercando compensazioni d'ogni genere all'esterno, allora ogni relazione sarà svuotata del suo contenuto più sacro.

Se vuoi cambiare 
cambia.

La gratitudine è un ottimo modo per cominciare a mutare dentro e fuori.

Marianna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.